MENU

Dizionario dell’estetica

Dizionario dell’ estetica – Roberto Pedrale

CHIRURGIA ESTETICA

chirurgìa estètica Branca della chirurgia basata in gran parte su minimi interventi di rimodellamento del viso (palpebre, labbra, orecchie, rughe ecc.) o del corpo (liposuzione), che talvolta si spingono un po’ oltre per ritocchi più impegnativi (naso, zigomi, mento, mandibola, seni, face lifting

CHIRURGIA PLASTICA

Branca chirurgica che ha per fine preminente la riparazione di malformazioni e difetti anatomici congeniti o acquisiti, il ripristino dei normali rapporti fra gli organi, e il rimodellamento di tessuti, con particolare riguardo a quelli tegumentari. A seconda della finalità degli interventi, si usano le espressioni ‘chirurgia ricostruttiva’ e, qualora l’obiettivo sia la correzione della morfologia di organi superficiali, ‘chirurgia estetica’. Uno specifico campo d’azione della chirurgia p., che ha registrato significativi progressi, è quello della riparazione dei danni irreversibili (come quelli prodotti dalle ustioni gravi) a carico dei tegumenti e delle strutture immediatamente sottostanti, attraverso innesti (di cute, di lembi mucosi o muscolari, di tessuto adiposo, osseo, cartilagineo e di tendini), trasposizione di tessuti e impianti di materiali inerti.

CURE ESTETICHE

L’insieme delle pratiche che tendono ad accrescere e a preservare la bellezza del corpo e soprattutto del volto. Alcune cure hanno carattere specificamente medico e sono, quindi, di pertinenza di un apposito settore della medicina, la medicina estetica. Essa comprende nel suo ambito numerose specializzazioni, sia mediche sia chirurgiche, e si propone l’eliminazione degli inestetismi e dei segni di invecchiamento, soprattutto quando questi producono un grave disagio psicofisico in chi ne è affetto. Alla cura della bellezza mira, inoltre, l’utilizzo dei prodotti cosmetici, che, oltre ad assolvere finalità estetiche e igieniche, tendono ad avere anche una funzione eutrofica, cioè a mantenere le migliori condizioni anatomiche e funzionali delle zone su cui vengono applicati

MEDICINA ESTETICA

La medicina estetica parte da un approccio preventivo e, attraverso una diagnostica accurata, è finalizzata all’ottenimento e al mantenimento di un aspetto gradevole e di una forma fisica appropriata. Il medico estetico quindi deve privilegiare un approccio globale all’individuo, tenendo conto di tutti gli aspetti che possono influire sugli obiettivi che intende perseguire: dall’alimentazione all’attività fisica, per arrivare alla correzione di inestetismi suscettibili di trattamento medico con l’uso accorto di farmaci, integratori, dispositivi medici, terapie fisiche e riabilitative.

11 settembre 2014 Commenti disabilitati News

Comments are closed.

« »